Val di Fassa


Von: Nardini, Remo
4Land Cartography, 2017, 1 Karte, 2 Seiten, gefaltet, 1:25000

ISBN: 978-88-89823-72-9

12,00 €

Diesen Artikel liefern wir innerhalb Deutschlands versandkostenfrei. Preis incl. MwSt.

Deutsch: 4LAND Karte N. 133. Detailierteste und aktualisierte Karte des Fassatals und den wunderschönen umliegenden Bergen im Herzen des UN Welterbes Dolomiten. Die Karte beinhaltet die Sellagruppe, Langkofel & Plattkofel, Seiser Alm, Rosengarten, Latemar und den Marmoladagletscher. Der "Troi di Ladins", ein historischer Hirtenpfad durch das Tal, ist besonders hervorgehoben und in 15 familienfreundliche Abschnitte unterteilt. Alle Wege, Straßen und interessante Plätze wurden vor Ort mit GPS vermessen. Referenzkarte der Trentiner Bergwacht. Doppelseitig gedruckt auf Polyart, einem reiß- und wasserfesten und recyclebaren Material.

 
English: 4LAND Map N. 133. The most detailed and updated map of the Val di Fassa and its beautiful surroundings mountains located in the heart of the Dolomites, U.N. World Heritage. The map includes Sellagruppe, Langkofel and Plattkofel, Seiser Alm, Rosengarten, Latemar and the Marmolada glacier. The Troi di Ladins, the path used in the past by shepards to move easily across the Valley, its a confortable long-distance trail, highlighted in the map and divided in 15 short stages ideal for families. All trails, roads and points of interest were recorded in the field using GPS devices. Reference map for Trentino Mountain Rescue. Printed on Polyart a Tear-resistant, Waterproof and Recyclable material
 
Italiano: La Val di Fassa si trova nel Trentino nord-orientale, al confine con il Veneto a est e con la provincia di Bolzano a Nord. Verso sud la Val di Fassa confluisce nella Val di Fiemme. La valle è attraversata per intero dall’alto corso del torrente Avisio. dalle sorgenti fino alla confluenza del rio San Pellegrino nel centro di Moena, che costituisce il confine naturale con la Val di Fiemme.
La valle è circondata da alcuni dei più importanti massicci delle Dolomiti, i Monti Pallidi: la Marmolada, il Gruppo del Sella, il Gruppo del Sassolungo, il Gruppo del Catinaccio, ma anche da montagne a litologia non dolomitica quali il Buffaure e i Monzoni.
 
La val di Fassa è collegata alle altre valli dolomitiche attraverso la Strada statale 48 delle Dolomiti (a sud ci la Val di Fiemme) e con numerosi valichi: il passo San Pellegrino collega Moena con la valle del Biois (BL), il passo Fedaia collega con Rocca Pietore, il passo di Costalunga connette Vigo di Fassa con la val d’Ega (Alto Adige), mentre da Canazei è possibile raggiungere Livinallongo (BL) tramite il passo Pordoi e la val Gardena (BZ) tramite il passo Sella.
 
Allo scoppio della prima guerra mondiale la val di Fassa si trovò sulla linea del fronte italo-austriaco. Numerose sono le testimonianze del conflitto, come le trincee visitabili oggi attraverso itinerari turistici come la celebre ferrata delle Trincee. All’interno del ghiacciaio della Marmolada le truppe austroungariche scavarono addirittura un complesso sistema di gallerie, dotate di elettricità, telegrafo e riscaldamento, tale da meritarsi l’appellativo di “città di ghiaccio” (Eisstadt).
 
Per mantenere aggiornata questa carta, 4LAND collabora costantemente da anni con i principali esperi delle montagne della Val di Fassa, con le Guide Alpine, con le Guide MTB, con il Soccorso Alpino. Notevole è anche il contributo dell’APT Val di Fassa, che ogni anno raccoglie tutti i contributi della valle in termini di modifiche dei sentieri, impianti, punti d’interesse, e ce li trasmette per le nuove edizioni della cartografia. Per quanto riguarda la toponomastica presente nella carta, essa deriva da un lavoro congiunto con gli esperti dell’Istituto Cultural Ladin, che hanno inserito i toponimi corretti in lingua ladina. Infne, il Comun General de Fascia ha sempre ritenuto importante il lavoro 4LAND, ed ha concesso forme di finanziamento per mantenere vivo questo servizio offerto a tutta la comunità.
 
La campagna di rilevamento in Val di Fassa è stata molto lunga (3 estati) ed ha richiesto l’impegno di una decina di persone. Enrico Casolari ha rilevato circa il 50% dei sentieri riportati in carta, spesso accompagnato dall’amico Alfredo Weiss, che negli anni ha sempre apportato il suo contributo in ogni modo possibile.
 
Sentieri: 1357 km
Strade sterrate: 1001 km
Strade asfaltate: 194 km
 
Carta Ufficiale del Soccorso Alpino, Carta ufficiale del percorso Troi di Ladins, carta ufficiale della Marcialonga, carta ufficiale delle Guide Mountainbike della Val di Fassa, cartografia ufficiale dei Comuni della Val di Fassa.

weitere Bilder

Innenansicht


Es liegen noch keine Bewertungen vor.
Schreiben Sie die erste!

Kunden, die dieses Produkt gekauft haben, haben auch folgende Produkte gekauft: